Archivi del mese: dicembre 2013

Buon Anno A Tutti

La sera di Capodanno di solito non mi ha mai entusiasmato, eppure ho diversi bei ricordi. Auguro coloro hanno un cuore grande di vivere almeno una volta nella vita una scena come questa (tratta dal film “Harry ti presento Sally”, … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Bancaruzzaro

Gestore di una bancarella di roba vecchia, soprattutto libri. Veniva detto “barraccaro”, invece, il rivenditore di abiti vecchi; e ancor oggi alcune baracche di rigattieri sorgono al ponte di casanova: la più accorsata è quella d’ ‘O Ciclista, dove puoi … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il venditore di capitoni

Vendere pesci per le strade è sempre stata un’attività molto frequente sia nelle città e nei paesi di mare, dove non tutti necessariamente si dedicavano alla pesca ma dove il pesce è frequente, sia nei centri interni: in tali ultimi … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

‘O Jettatore

Lo jettatore è una persona cinica, egoista, solitaria, è evitato da tutti, quindi è molto taciturno; è magro e pallido, indossa un abito nero e occhiali neri; sia per lo schiattamuòrto (cioè il becchino) che per lo jettatore vengono adoperati … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Zampugnari

In coppia fissa: l’uno munito di zampogna, simile alla cornamusa; il secondo di ciaramella (o cennamella), altro strumento a fiato fatto di canne. Venivano soprattutto dall’Abruzzo, dal Molise e dall’Irpinia. Indossavano un giubbotto senza maniche di montone, calzavano un appuntito … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Pizzaiuolo

Mito da tavola e da cartolina. L’ambulante scendeva e risaliva i vicoli portando sulla testa uno scudo di stagno sul quale fumavano pizze all’aglio origano e pomodoro, alla mozzarella, alle alici salate. Gridava: «Uh, ca io me cocio! Vullente». Oppure: … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Pisciavinolo

Pescivendolo, ambulante e di banco. Il cronista di “Napoli e le sue costumanze”, 1840, descrisse uno spazio di trecento passi a Santa Lucia, con banchi quadrati e inclinati di legno, ogni specie di pesce, lanterne sospese alle pertiche, secchi colmi … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento